È SCOMPARSO P. REMO STENICO (1925-2017)

Lunedì 7 agosto alle ore 18 e 45, nell’infermeria dei frati minori San Bernardino in Trento si è spento nel Signore “fra Remo” (Livio) Stenico (anche se lui desiderava essere chiamato ancora “padre Remo”), di 92 anni, dopo una vita francescana di testimonianza evangelica e di umile e generoso servizio ai confratelli, alla storia locale e alla cultura.

Era nato il 21 gennaio 1925 a Nave San Rocco nel Trentino, terzo (con gemella) di dodici figli, in una famiglia di contadini buoni e convinti cristiani, cui sicuramente deve la base del suo temperamento-carattere schivo, essenziale, a volte austero.

Fino a quattordici anni passa la vita tra i campi di patate e la dura scuola elementare del suo paese. Poi entra in collegio, per medie e ginnasio a Campolomaso e Villazzano, con esami statali al Liceo Prati di Trento.

Il 3 settembre 1944 veste il saio francescano e inizia il Noviziato, anno particolare di formazione francescana. Prosegue poi con gli studi liceali nel convento di San Rocco a Rovereto con la maturità classica al Liceo Antonio Rosmini.

Dal 1948 al 1952 compie la formazione teologica nel convento San Bernardino a Trento, con professione solenne il 14 luglio 1949 e l’ordinazione presbiterale il 9 marzo 1952.

Subito dopo compie gli studi superiori al Pontificio Ateneo Antoniano di Roma, laureandosi egregiamente in Teologia, con la tesi naturalmente in latino.

Tornato in Provincia riceve subito l’incarico di professore di Teologia Dogmatica nello Studentato Teologico di San Bernardino, che lo terrà impegnato, apprezzato insegnante, per quindici anni.

Intanto cresce in lui e si perfeziona l’innato interesse per la storia locale e per le relative ricerche, tanto più che negli anni sessanta (del secolo scorso) viene ufficialmente incaricato di occuparsi anche della grande biblioteca francescana provinciale di San Bernardino con tutti suoi problemi.

Qui, nella più ampia sala del convento, la settecentesca “Sala Antica”, passa ore e ore a occuparsi per far ordine negli scaffali, nei contenitori, nei libri, nelle innumerevoli schede. Ma anche nei lavori più umili di pulizia e di ordinaria manutenzione.

Poi, un progetto quasi “faraonico”, ingrandire di molto la biblioteca utilizzando la vecchia stalla e la casa rustica, per portarvi i libri delle biblioteche periferiche, quelle degli altri conventi, per rendere possibile una migliore conservazione e una più facile consultazione. Cosa grandiosa, utilissima, ben riuscita; portata a termine prima che padre Remo si sentisse troppo stanco, e che chiedesse ufficialmente e insistentemente di essere messo a riposo (maggio 2010). Ora qui ci sono circa 220.000 volumi.

Nel frattempo di questa “semplice” occupazione quotidiana, padre Remo trovava il tempo e la forza non solo di essere un frate esemplare sempre puntuale e preciso nella vita conventuale, ma si occupava anche sistematicamente di pastorale fuori convento, e soprattutto di scrivere e scrivere, per regalare ai frati e agli studiosi molti articoli, studi, ricerche, e oltre venti volumi a stampa quasi tutti di storia.

L’ultima fatica di padre Remo, già ritiratosi nell’infermeria di San Bernardino, è stato il completamento della trascrizione al computer dei dieci volumi della Cronaca Provinciale dei frati minori trentini dal Milleduecento ai giorni nostri. (4.460 pagine; 2.321.000 parole). Cristo, Verbo del Padre, Parola di Dio, lo ha sicuramente ricompensato.

A laude di Gesù Cristo e del poverello Francesco. Amen.

fr. Ciro Andreatta

Login Utente

Contattaci

Belvedere s. Francesco, 1 – 38122 TRENTO
Telefono: 0461 23 41 85
E-mail: bibliotecas.bernardino@biblio.infotn.it